La cellulite scientificamente definita come “Pannicolopatia Edematosa Fibrosclerotica” (PEPS), è un’infiammazione del tessuto adiposo sottocutaneo provocata da un’alterazione del microcircolo vaso-linfatico. Tale infiammazione pertanto, coinvolge gli strati più superficiali della pelle (derma) fino a giungere a quelli più profondi (ipoderma).
L’accumulo di acqua nei tessuti, il ridotto apporto di ossigeno e l’alterazione del tessuto adiposo causano l’infiammazione determinando quello che tutti chiamano effetto a “buccia d’arancia”.

Fattori genetico costituzionali, problemi ormonali, alimentazione scorretta, vita sedentaria, fumo e alcool, uso di indumenti troppo attillati, stati patologici (ipotiroidismo), terapie farmacologiche (es. corticosteroidi) sono tra i fattori esogeni ed endogeni più comuni che possono favorire tale infiammazione.

La cellulite è un processo progressivo la cui genesi e tutti i suoi quattro stadi possono essere controllati mediante l’utilizzo di trattamenti topici rimodellanti adeguati e con l’aiuto di piccoli consigli da seguire quotidianamente. 

I QUATTRO STADI DELLA CELLULITE

E’ importante comprendere la differenza tra adiposità localizzata e cellulite.In una situazione normale e quindi in assenza di infiammazione, il tessuto adiposo è ben irrorato e i capillari in maniera corretta svolgono i loro scambi metabolici. In uno stato di infiammazione invece, la situazione diventa più complessa. E’ possibile distinguere l’evoluzione della cellulite in quattro differenti stadi (Tab. 1).

Il primo stadio è comunemente definito come cellulite edematosa è caratterizzato da ristagno dei liquidi a livello tissutale (edema) e da un’iniziale scorretta irrorazione sanguigna. Solo al tatto è visibile l’aspetto a “buccia d’arancia”.

Nel secondo stadio definito cellulite fibrosa, aumentano di numero e spessore le fibre reticolari presenti vicino gli adipociti con un conseguente rigonfiamento degli stessi ed un’ iniziale ispessimento del tessuto connettivo fibroso (fibrosi reattiva). La pelle al tatto appare più fredda e si ha un’iniziale perdita di elasticità. Iniziano a comparire i primi micronoduli.

La cellulite nodulare, terzo stadio, è caratterizzata da ulteriore irrigidimento dei fasci fibrotici che vanno a comprimere gli ammassi di adipociti. Inizia una sclerosi del tessuto connettivo del derma, gli scambi metabolici sono ostacolati con una conseguente scarsa ossigenazione. La pelle presenta micro e macronodulidolenti al tatto che le conferiscono il caratteristico aspetto "a materasso". La zona interessata è flaccida, fredda e con un colore alterato.

Infine, con cellulite sclerotica ci si riferisce al quarto stadio della cellulite. È il risultato finale della degenerazione irreversibile del tessuto adiposo. L’aspetto “a materasso” diventa molto evidente e la cute di colore pallido. I macronoduli hanno raggiunto una dimensione tale da premere sulle terminazioni nervose e generare dolore intenso.

 

STADIODESCRIZIONESEGNI
IÈ caratterizzata da ristagno dei liquidi a livello tissutale (edema).La pelle a “buccia d’arancia” è visibile solo al tatto comprimendo la zona interessata.
IIÈ caratterizzata da rigonfiamento degli adipociti e iniziale ispessimento del tessuto connettivo fibroso (fibrosi reattiva).La pelle a "buccia d’arancia" è visibile anche senza compressione, al tatto appare più fredda e si ha un’iniziale perdita di elasticità. Iniziano a comparire i primi micronoduli.
IIIÈ caratterizzata da ulteriore irrigidimento dei fasci fibrotici che vanno a comprimere gli ammassi di adipociti.La pelle presenta micro e macronoduli dolenti al tatto che le conferiscono il caratteristico aspetto "a materasso". La zona interessata èflaccida, fredda e con un colore alterato.
IVÈ il risultato finale della degenerazione irreversibile del tessuto adiposo.La pelle si presenta con il caratteristico aspetto "a materasso". I macronoduli hanno raggiunto una dimensione tale da premere sulle terminazioni nervose e generare dolore intenso.

Tab. 1: I quattro stadi della cellulite.

7 CONSIGLI COMPORTAMENTALI PER PREVENIRE LA CELLULITE

 Quotidianamente piccoli gesti possono contribuire a prevenire e contrastare la cellulitee facilitare la riuscita di un’eventuale trattamento topico. Si consiglia pertanto:

  • Alimentazione sana ed equilibrata (ricca di vitamine e antiossidanti)
  • Bere molta acqua
  • Attività fisica regolare
  • Mantenere sotto controllo il proprio peso forma
  • Non fumare
  • Evitare l’assunzione di bevande alcoliche
  • Non usare indumenti molto attillati

6 ALLEATI PER UN TRATTAMENTO RIMODELLANTE CONTRO GLI INESTETISMI DELLA CELLULITE:

La linea Body Renew di Miamo ha formulato un unico prodotto anticellulite efficace che riesce a trattare in maniera completa e corretta la cellulite, intervenendo su tutti e quattro gli stadi (dall’iniziale aspetto a “buccia d’arancia visibile solo al tatto alla formazione dei dolorosi macronoduli).

CELLULITE MULTI-ACTION EMULGEL è un emulgel senza fonti di iodio, con effetto caldo-freddo dalla texture leggera ma con elevato potere emolliente e ultra-scorrevole, adatto a tutti i tipi di pelle ed indicata anche per inestetismi di cellulite profonda.

I 6 ingredienti funzionali veicolati con fosfatidilcolinariescono sinergicamente a svolgere una completa azione su tutti i principali meccanismi alla base del processo di formazione della cellulite:

  1. Acido 18β Glicirretico 0,1%: azione antinfiammatoria (interviene sull’inibizione dell’attività della Fosfolipasi A2 e produzione dei radicali liberi);
  2. Escina 0,5%: azione antinfiammatoria, vasoprotettrice e drenante (riduce l’edema e favorisce il drenaggio dei liquidi);
  3. Complesso di Glaucina 1,5%: azione lipolitica e rassodante (migliora il drenaggio e il tono cutaneo);
  4. Caffeina 1%: azione lipolitica (stimola la mobilizzazione di acidi grassi nel tessuto adiposo);
  5. Carnitina 0,5%: azione lipolitica (accelera il catabolismo dei grassi);
  6. Renovenzyme®PB 1% (collagenasi): azione collagenolitica (rompe i fasci di collagene amorfo che comprimono gli adipociti).Risultati di test in vivo condotti su 16 volontari hanno dimostrato che l’utilizzo di una crema contenete Renovenzyme®PB 1% (collagenasi) uno dei 6 ingredienti funzionali di CELLULITE MULTI-ACTION EMULGEL hanno ridotto di -1,7 cm la circonferenza della coscia dopo 28 giorni di trattamento.

    SHORT TREATMENT MIAMO

    Trattamento corpo con i cosmeceutici Miamo:

    Si consiglia di preparare la pelle al trattamento, ridurre l’ispessimento cutaneo, levigare in superficie, favorire la veicolazione degli ingredienti funzionali, stimolare l’attività dei fibroblasti e la sintesi delle fibre di collagene ed elastina mediante l’utilizzo di GLYCOLIC ACID EXFOLIATOR 3,8%.
    Con l’utilizzo di una garza (esfoliazione meccanica) versare piccole quantità di acido glicolico (esfoliazione chimica) e procedere a trattare la zona interessata lasciando agire per circa 2 minuti per poi risciacquare con acqua fredda.
    Successivamente massaggiare per almeno dieci minuti con movimenti dal basso verso l’alto con CELLULITE MULTI-ACTION EMULGEL. Il massaggio riattiva la circolazione sanguigna e linfatica, causando anche un aumento della diuresi. Si consiglia un trattamento costante e prolungato per almeno tre mesi.